CREATO EMBRIONE IBRIDO PECORA-UOMO PER TRAPIANTO DI ORGANI

CREATO EMBRIONE IBRIDO PECORA-UOMO PER TRAPIANTO DI ORGANI

access_time 8 mesi ago

La notizia è stata resa nota dagli scienziati dell’Università della California Davis al meeting della American Association for the Advancement of Science di Austin, in Texas.

È stato creato in laboratorio un embrione ibrido uomo-pecora, in cui una cellula su 10.000 è umana. Un anno fa circa era stato realizzato un embrione di uomo e maiale dallo stesso gruppo di ricerca, dove le cellule umane erano una su 100.000.



Questo ibrido è stato ottenuto introducendo cellule staminali adulte “riprogrammate” nell’embrione di pecora, il quale successivamente è stato lasciato crescere per 28 giorni, tempo massimo per cui l’esperimento aveva ottenuto l’autorizzazione, di cui 21 nell’utero di un animale. In questo periodo le cellule umane si sono riprodotte, anche se per arrivare alla possibilità di avere un intero organo serve un rapporto di uno a 100.

L’obiettivo è quello di far crescere organi umani negli animali per far fronte alla vasta domanda proveniente dall’ambito dei trapianti.

A differenza di quanto avviene per i suini, nel caso specifico delle pecore, bastano quattro embrioni e non cinquanta per dare inizio ad una gravidanza, non sottovalutando poi il fatto che questo animale ha organi di dimensioni simili a quelli umani.

Qual è l’ostacolo etico?

Per ora sono state utilizzate cellule staminali multipotenti, ovvero cellule adulte in prosieguo “riprogrammate”, ma non è escluso l’uso di quelle pluripotenti, tra le quali figurano anche quelle embrionali che, come risaputo, hanno il potenziale di differenziare in quasi tutti i tipi cellulari del corpo umano, fetale ed adulto. Il fattore di maggiore impedimento scaturirebbe dal possibile utilizzo di embrioni umani generati appositamente in laboratorio, successivamente distrutti per isolare le cellule da coltivare in vitro.

Dunque, nonostante il valido proposito, occorre prestare attenzione al sistema impiegato che potrebbe rivelarsi via via eticamente scorretto nei procedimenti da effettuare per raggiungere un traguardo per ora ancora troppo distante.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

content_copyCategorized under