LE 4 BUONE NOTIZIE SCIENTIFICHE DEL 2016

LE 4 BUONE NOTIZIE SCIENTIFICHE DEL 2016

access_time 2 anni ago

IL GPS EUROPEO; LA SONDA SPAZIALE ROSETTA; L’AEREO SOLARE; IL VACCINO CONTRO L’EBOLA.

Benvenuto GPS europeo

Il sistema GPS europeo Galileo è ora installato e perfettamente funzionante dal 15 dicembre 2016, anticipando di ben tre anni la conclusione del progetto prevista entro la fine del 2019.

Questo sistema di posizionamento offre una precisione senza precedenti. Può essere impiegato nell’ambito dei trasporti mettendo in condizione i vari mezzi di effettuare senza alcun pericolo manovre difficoltose anche in condizioni di scarsissima visibilità, rilevando nello stesso tempo preziose informazioni relative al traffico.

In campo finanziario rende più agevoli le transazioni effettuate via web. Le banche invece possono monitorare il trasporto degli oggetti di un certo valore aumentando i propri indici di sicurezza.

Per quanto riguarda la tutela dei cittadini, è in atto un progetto per la realizzazione di un numero di emergenza europeo, che potrà contare su Galileo per tracciare la posizione di persone in contesti di difficoltà quali emergenza sanitaria, incendi e calamità naturali.

Tale impianto sarà dunque un valido alleato della comunità scientifica dato che la precisa definizione delle coordinate permetterà anche di creare dettagliate mappe che consentiranno di tenere sotto controllo gli oceani, i ghiacciai, le maree, i livelli dei fiumi e perfino la localizzazione degli iceberg. Tutti obiettivi di grandissima importanza.

Missione compiuta per Rosetta

È il primo dispositivo spaziale ad atterrare con successo su una cometa dopo dodici anni.

Lanciata dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) nel 2004 la missione si è conclusa il 30 settembre 2016 con lo schianto programmato dell’orbiter sulla cometa Churyumov-Gerasimenko che ha portato alla conseguente disattivazione del segnale a 700 milioni di chilometri dalla Terra. La missione su questo piccolo corpo celeste, vero e proprio fossile, ha permesso di fare delle analisi scientifiche accurate sulla caratterizzazione del nucleo, la determinazione delle componenti chimiche presenti, lo studio delle attività della cometa e dei suoi tempi di sviluppo riducendo così il divario delle conoscenze finora presenti, concedendo di comprendere meglio il meccanismo di formazione del sistema solare e quindi della Terra stessa.

L’Aereo solare fa il giro del mondo

L’aereo Solar Impulse 2 (SI2) ha completato il giro del mondo lo scorso 26 luglio 2016 con il solo ausilio dell’energia solare, senza carburante. Una prodezza quest’ultima che apre ampie prospettive tecnologiche. Il velivolo è atterrato ad Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti, luogo dal quale era partito il 9 Marzo 2015 per compiere un viaggio che si è concluso in maniera egregia con 23 giorni di volo effettivo e 42.428 km percorsi attraversando ben quattro continenti. Un ottimo risultato se si tiene conto del fatto che pur pesando 1,5 tonnellate ed essendo grande come un Boeing 747, SI2 ha volato ad una velocità media di 80 km/h utilizzando l’energia solare catturata da 17.000 celle fotovoltaiche poste sulle sue ali.

Un vaccino contro l’Ebola

Per la prima volta dall’identificazione del virus Ebola in Africa centrale nel 1976, un vaccino sperimentale canadese chiamato rVSV-ZEBOV, testato in Guinea è stato definito “efficace quasi al 100%” dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Resta da verificare la sua affidabilità sulle donne incinte e sui neonati. Un grande passo in avanti se si pensa che solamente qualche anno fa, precisamente tra il 2013 e il 2014, ha causato più di 11.000 morti e una grande epidemia nell’Africa occidentale.

Una protocollo etico condiviso per lo stanziamento delle risorse umane ed economiche nella ricerca

La nota maggiormente positiva consiste nel fatto che tutte le scoperte sopra citate, hanno una valenza etica positiva sulla vita dell’uomo: Il GPS europeo può essere utile per evitare catasrofi ed intervenire nelle calamità naturali; La sonda spaziale Rosetta permette di comprendere meglio l’ambito in cui viviamo migliorando la qualità della vita; L’aereo solare ha anche uno scopo ecologico; Il vaccino contro l’Ebola è importante dal punto di vista biologico e sanitario. Tuttavia occorrerebbe oggi più che mai ripensare un protocollo etico condiviso riguardante lo stanziamento delle risorse umane ed economiche da investire all’interno dei programmi di ricerca, in modo tale che vengano prediletti quelli che hanno delle ripercussioni dirette sulla vita dell’uomo e sulle sue esigenze primarie e vitali, e solo in seguito quelle che non hanno tali requisiti. Questo per non correre il rischio di operare una selezione utilitaristica basata su criteri che tengono conto solo di fattori filantropici. A questo punto, si tratterrebbe solo di stabilire delle priorità sulla base di quel senso di responsabilità comune che ciascuno dovrebbe coltivare per sostenere al meglio la persona umana.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

content_copyCategorized under